REGOLAMENTO RELATIVO ALLE VENDITE ONLINE

VISIONE BENI

I beni sono esposti presso l’Istituto Vendite Giudiziarie delle Marche sito in Monsano (AN) in Via Cassolo 35 le relative date e orari saranno consultabili nella scheda del lotto riportata sul sito internet www.ivgmarche.it.

Per alcune tipologie di beni (Preziosi, etc.) la visione potrebbe essere consentita telematicamente o previo appuntamento da concordare con l’Istituto Vendite Giudiziarie.

I beni lasciati presso i luoghi di custodia possono essere visionati, senza alcun onere, su appuntamento. La richiesta di appuntamento può essere inoltrata tramite email all’indirizzo: info@ivgmarche.it, da far pervenire entro e non oltre 05 giorni antecedenti la data della vendita.

Visione dei beni in vendita con la partecipazione alla gara l’offerente dà atto che il bene è visto e piaciuto.

Quindi appena individuato il lotto da acquistare è sempre meglio vederlo personalmente e testarlo; la visione dei lotti è un diritto che consente di avere una maggiore certezza del bene e delle sue caratteristiche. Infatti, dopo l’aggiudicazione non sarà possibile recedere dalla vendita giudiziaria non essendo tali vendite sottoposte alla garanzia per vizi occulti; ne consegue che eventuali mancanze, differenze, difformità, oneri di qualsiasi tipo, anche se occulti e non conoscibili, della cosa venduta non potranno dar luogo a risarcimenti, indennità o riduzioni di prezzo.

Al momento della vendita è emessa una Bolletta Ministeriale con la quale si trasferisce la proprietà del bene da un soggetto all’altro; è un atto pubblico che in caso di recesso si assoggetta alla Legge sulla turbativa delle aste Artt. 353 e 354 c.p.

Anche per questo motivo i beni in vendita in sala sono a disposizione dell’utenza negli orari indicati su ogni singola scheda.

COME PARTECIPARE

Per partecipare alle gare telematiche relative ai beni mobili, l’utente deve accedere tramite il sito www.ivgmarche.it e registrarsi alla piattaforma www.spazioaste.it.

Le credenziali di accesso al portale – user id e password – sono personali pertanto l’utente è responsabile di ogni azione intrapresa a mezzo delle stesse.

L’Istituto Vendite Giudiziarie si riserva la facoltà di rifiutare la registrazione, di eliminare l’utente, o di procedere a qualsiasi ulteriori azione opportuna alla tutela delle procedure. Tali azioni possono essere intraprese in caso di uso improprio delle credenziali, violazione di diritti di terzi, di norme di legge, regolamentari, o per il mancato rispetto delle condizioni relative alla partecipazione all’asta.

L’utente si impegna a trasmettere al gestore, pena l’impossibilità di partecipare all’asta:

  • copia leggibile fronte-retro di valido documento d’identità, in caso di persona fisica;
  • visura camerale aggiornata (non antecedente ai sei mesi) e documento di identità del legale rappresentante in corso di validità; in caso di persona giuridica;
  • copia della delega e copia fronte-retro del documento d’identità; in caso di procura speciale o legale.

ISCRIZIONE ALLA VENDITA

Una volta effettuata il “login”, inserendo le proprie credenziali nell’apposita sezione in alto a destra, l’Utente potrà ricercare la vendita di suo interesse e cliccando il tasto “FAI UN’OFFERTA” visualizzerà ed accetterà le condizioni di partecipazione.

Premendo il tasto “PROSEGUI” sarà poi possibile selezionare la modalità di partecipazione all’asta (a titolo personale, per conto terzi e per persona da nominare) e le condizioni di versamento della cauzione.

VERSAMENTO DELLA CAUZIONE

Per partecipare all’asta viene richiesto il versamento anticipato di una cauzione nella misura indicata nella scheda del singolo bene. Il versamento della cauzione è condizione necessaria per poter effettuare l’offerta irrevocabile d’acquisto e può essere effettuato con carta di credito o bonifico bancario.

Il pagamento con bonifico bancario deve essere eseguito sul C/C indicato ed entro le tempistiche specificate. L’approvazione alla partecipazione alla vendita avverrà dopo le opportune verifiche tra cui l’accertamento dell’effettivo accredito dell’importo previsto.

Il versamento tramite carta di credito può essere espletato seguendo la procedura guidata resa disponibile dal sito, in questo caso l’approvazione dell’iscrizione alla gara è contestuale al pagamento.

PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

Dopo aver ottenuto l’approvazione alla partecipazione alla vendita è possibile presentare le proprie offerte irrevocabili d’acquisto. L’offerta non può essere inferiore al prezzo base riportato sulla scheda del bene o all’ammontare minimo dei rilanci nel caso in cui altri utenti avessero presentato offerte e rilanci superiori.

La presentazione dell'offerta è indicativa della conoscenza integrale di quanto riportato nella documentazione relativa al lotto, nonché delle condizioni generali e particolari riportate sul sito www.spazioaste.it.

CONDIZIONI VENDITE GIUDIZIARIE

La vendita avviene nello stato di fatto in cui i beni si trovano e non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o per mancanza di qualità, né potrà essere risolta per alcun motivo. Per questo motivo si consiglia sempre la visione dei beni prima di effettuare l'offerta.

NON È PREVISTO DIRITTO DI RECESSO. LE SPESE SUCCESSIVE ALL'AGGIUDICAZIONE, IN MERITO A: MOVIMENTAZIONE, IMBALLAGGIO, TRASPORTO, TRASFERIMENTO DELLA PROPRIETA', CANCELLAZIONE DI GRAVAMI E FORMALITA', NONCHE' EVENTUALI COSTI DI DEPOSITO QUALORA IL BENE NON VENISSE RITIRATO NEI TEMPI PREVISTI, SONO A TOTALE CARICO DELL'AGGIUDICATARIO.

La procedura può essere interrotta e/o sospesa solo da un PROVVEDIMENTO del G.E. competente.

AGGIUDICAZIONE

Alla scadenza dei termini l’asta si conclude ed il bene viene aggiudicato al soggetto che ha fatto l’offerta più alta.

L’aggiudicazione si perfeziona con il pagamento del saldo del prezzo da parte dell’aggiudicatario nelle tempistiche riportate nella scheda del singolo bene e con il controllo da parte del gestore della vendita della regolarità formale della documentazione richiesta e presentata.

SALDO PREZZO

Il saldo dovrà essere effettuato esclusivamente dal soggetto aggiudicatario.

Qualora l’aggiudicatario non provveda al saldo del prezzo nei tempi e nei modi previsti il gestore della vendita tratterrà la cauzione versata a titolo di penale.

Il saldo definitivo dei beni NON può esser effettuato ONLINE tramite carta di credito ma solo tramite bonifico o nei seguenti modi presso gli uffici dell’Istituto Vendite Giudiziaria delle Marche:


Per il saldo importi PARI O SUPERIORI ad € 3.000,oo esclusivamente con:
• assegni circolari o equivalenti postali non trasferibili intestati a Vemi Istituto Vendite Giudiziarie Marche s.r.l.

• bonifico bancario intestato a:

Vemi Istituto Vendite Giudiziarie Marche s.r.l. - codice Iban: IT78T0311137400000000007172

In via straordinaria può essere lasciato a garanzia un assegno bancario non trasferibile intestato all’I.V.G. Marche corredato di un documento dell’aggiudicatario in corso di validità, ma, entro e non oltre il giorno successi alla gara di vendita, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.30 dovrà essere perfezionato il pagamento (restituendovi l’A/B lasciato in garanzia) con le modalità sopra riportate che consentirà il trasferimento, la consegna del bene e l’emissione della Bolletta Ministeriale
Per il saldo importi INFERIORI ad € 3.000,oo:
• per contanti;
• con bancomat (secondo gli accordi con i vostri istituti di credito) - no postamat;

• con assegni circolari o equivalenti postali non trasferibili intestati a Vemi Istituto Vendite Giudiziarie Marche s.r.l.;

  • bonifico bancario intestato a:

Vemi Istituto Vendite Giudiziarie Marche s.r.l. - codice Iban: IT78T0311137400000000007172

Il pagamento nelle forme suddette darà corso al rilascio della Bolletta Ministeriale (equivalente di una fattura con iva esposta) e alla consegna del bene.
Non saranno accettati acconti o cauzioni e forme di pagamento diverse da quelle su scritte.

SPEDIZIONE E RITIRO DEI BENI

Ritiro dei beni aggiudicati
Lo smontaggio, il trasporto e la movimentazione dei beni acquistati sono a totale carico dell’aggiudicatario, il quale dovrà organizzarsi con mezzi e uomini propri.

I beni presso la sede di Monsano (An), se viene perfezionato il pagamento, devono essere ritirati il giorno dell’asta o in caso di impossibilità entro e non oltre le ore 16.30 del giorno successivo la vendita.
I beni custoditi presso la sede del pignoramento, il ritiro dovrà essere concordato con il personale dell’I.V.G.

Per i beni di piccole dimensioni (es. gioielli, oggettistica.), qualora l’aggiudicatario voglia provvedere al ritiro a mezzo corriere, l’I.V.G. offre, previo corrispettivo, il servizio di packaging.
Per i mezzi targati è obbligatorio il passaggio di proprietà, avere attivata l’assicurazione o disporre di targa prova o carro attrezzi.

Qualora ne fosse fatta richiesta saranno forniti i nominativi di ditte del luogo con le quali potranno essere presi accordi personalmente dagli aggiudicatari sia ai fini economici sia ai fini delle tempistiche per il ritiro dei beni. 
A decorrere dal secondo giorno successivo alla data d’acquisto (compreso), in caso di mancato ritiro, i beni verranno trasferiti, con spese a carico dell’acquirente, presso la depositeria e verranno applicate le tariffe così come disposte dal Decreto Ministero Giustizia, decreto 10.05.2009 n. 80 (per beni provenienti da esecuzioni mobiliari); mentre per i beni provenienti da procedure concorsuali o esattoriali verranno applicate le seguenti tariffe:

  1. a) per motoveicoli e ciclomotori, euro 45,oo + iva al giorno;
  2. b) per autoveicoli, euro 50 + iva al giorno;
  3. c) per autocarri, mezzi agricoli e movimento terra, euro 90,oo + iva al giorno;
  4. d) per autoarticolati e rimorchi euro 140,oo + iva a giorno;
  5. e) altri beni mobili euro 10,oo + iva al giorno/m3

RESTITUZIONE DELLE CAUZIONI

Al termine della gara l’utente non aggiudicatario riceverà il riaccredito della cauzione a seconda della modalità di versamento, mediante:

  • bonifico bancario della somma al netto delle commissioni all’IBAN comunicato al gestore della vendita; tra i 7 e i 20 giorni dal termine della gara (o secondo diverse disposizioni indicate nella pagina della specifica vendita);
  • sblocco dell’importo che non verrà addebitato sulla carta, in questo caso le tempistiche di sblocco variano in virtù dei rapporti intercorrenti tra gli istituti bancari coinvolti nell’operazione (tra i 7 e i 20 giorni).

PASSAGGIO DI PROPRIETA’ PER I BENI MOBILI REGISTRATI

Lo scrivente Istituto, a saldo pervenuto, fornirà all’aggiudicatario il verbale di vendita con cui lo stesso potrà/dovrà effettuare il passaggio di proprietà.

L’eventuale mancanza di documenti (libretto di circolazione, CDP, etc.) verrà specificata nel verbale di vendita, con il quale l’aggiudicatario potrà a proprie spese, non quantificabili da questo ufficio, richiederne duplicato agli Enti competenti.

Per quanto attiene la CANCELLAZIONE DEI GRAVAMI (verbale di pignoramento), l’aggiudicatario dovrà a proprie spese (marca da € 11,63 e marca da € 16,00) recarsi presso la Cancelleria del Tribunale competente per richiedere e ritirare COPIA CONFORME del provvedimento del G.E.

Per quanto riguarda, invece, la cancellazione dei FERMI AMMINISTRATIVI l’aggiudicatario dovrà prendere contatti con la sede dell’AGENZIA DELLE ENTRATE competente territorialmente.

Qualora il servizio “CANCELLAZIONE DEI GRAVAMI (verbale di pignoramento)” verrà fornito dallo scrivente Istituto i costi saranno: € 129,13 per VEICOLI e MOTOVEICOLI (€ 75 + iva per servizio cancellazione + € 27,63 marche da bollo + € 10 raccomandata) € 153,53 per AUTOCARRI (€ 95 + iva per servizio cancellazione + € 27,63 marche da bollo + € 10 raccomandata) ed € 208,43 AUTOARTICOLATI E MEZZI AGRICOLI TARGATI (€ 140 + iva per servizio cancellazione + € 27,63 marche da bollo + € 10 raccomandata) specificando che la tempistica è comunque a discrezione dei Tribunali e dei G.E.

PER TUTTO QUANTO NON RIPORTATO NEL PRESENTE REGOLAMENTO SI FA RIFERIMENTO A QUANTO PREVEDE LA NORMATIVA VIGENTE IN MATERIA.

Qualora le summenzionate informazioni non risultassero sufficienti, contattare l’ I.V.G. esclusivamente nei giorni:

 

  • lunedì, il mercoledì ed il venerdì dalle ore 14.00 alle ore 17.00.

ESCLUSIONE DELLA RESPONSABILITA’ DI ASTALEGALE.NET E IVG MARCHE

L'Utente dichiara di essere consapevole che la rete internet e gli applicativi che insistono su di essa costituiscono sistemi complessi il cui buon funzionamento dipende da una pluralità di fattori non sempre controllabili dal gestore del servizio. Astalegale.net si adopera per mantenere costante e migliorare la qualità del proprio servizio e per assicurare elevati standard e la massima cura ed efficienza dei profili tecnologici ad essi funzionali. Pertanto l'Utente è consapevole ed accetta che l'adesione al servizio comporta l'esposizione ai rischi legati a eventuali malfunzionamenti e/o fenomeni di time out dei software o della rete ed esonera Astalegale.net e IVG Marche da ogni responsabilità contrattuale e extracontrattuale per eventuali danni, costi o spese che ne siano conseguenza. È inoltre esclusa ogni responsabilità di Astalegale.net e IVG Marche per eventuali danni derivanti da cause di forza maggiore o caso fortuito o fatto del danneggiato durante l'Asta, tra cui, a mero titolo esemplificativo e non esaustivo: inaccessibilità ai servizi del Portale, malware, files danneggiati, errori, comissioni, interruzioni del servizio, cancellazioni dei contenuti, problemi connessi alla rete, ai provider o a collegamenti telefonici, elettrici e/o telematici, ad accessi non autorizzati, ad alterazioni di dati, al mancato e/o difettoso funzionamento delle apparecchiature elettroniche dell'Utente stesso, al mancato refresh delle pagine, al mancato aggiornamento delle schermate relative ai messaggi di alert (e.g. nuove offerte o rilanci) e del conteggio del tempo dell'Asta, scioperi, ordini di autorità civili o giudiziarie o militari o di polizia, disastri naturali, atti di terrorismo, etc.